Ott 26

            Domenica 26 Ottobre è ricorso il 62° Anniversario dell’affiliazione della Fed. Prov. Rovigo all’ Associazione Nazionale Carristi d’Italia, ricordato con una solenne cerimonia religiosa svoltasi, alla presenza delle Massime Autorità Civili e Militari, presso il Tempio della ROTONDA, monumento vanto della città di Rovigo. Il Corteo, preceduto dalla Banda di Villadose, è stato aperto dal Gonfalone della Città di Rovigo, dal Labaro dell’ Istituto del Nastro Azzurro Fed. Prov. di Rovigo , da quello dell’Ass. Carristi Fed. Prov. di Rovigo e a seguire Labari Carristi giunti da molte città italiane, oltre a quelli delle altre Associazioni d’ Arma rodigine. Il Corteo, nel Suo percorso attraverso le principali vie cittadine fino al monumento ai Caduti Carristi, è stato accompagnato dagli applausi dei Rodigini accorsi numerosi.

            È stata deposta una Corona sul Monumento ai Caduti Carristi, voluto dal compianto Ten. Coll. Ferruccio Nino Suriani Pres. dei Carristi rodigini e progettato dall’ attuale Pres. dell’Ist. del Nastro Azzurro Fed. Prov. di Rovigo Geom. Graziano Maron.

            Il Pres. dell’Ass. Carr. Fed. di Rovigo Ing. Placido Maldi ha ricordato i valori di Amor di Patria e lo spirito di sacrificio che sempre hanno animato i Ns. soldati.

            Tra le altre Autorità è intervenuto anche il Gen. De Cicco Comandante dell’ Esercito dell’Emilia Romagna.

            La Festa Carrista, terminate le celebrazioni ufficiali, è proseguita con un allegro convivio al termine del quale si è svolta una divertentissima lotteria.

 

Ott 22

           Mercoledì 22 Ottobre anche Rovigo è stata attraversata dal marciatore Michele Maddalena per ricordare i Caduti della Grande Guerra. La Marcia si svolge da Roma ad Aquileia per 890 km.

            Purtroppo la Ns. Fed. Prov. di Rovigo ha appreso l’iniziativa dai giornali solo la mattina dell’ arrivo di Maddalena in città anche se l’iniziativa ha visto tra i promotori l’Istituto del Nastro Azzurro Fed. Prov. di LATINA, pertanto ha potuto inviare il Labaro ad accogliere il Maratoneta senza poter organizzare un’adeguata accoglienza.

            Di ciò ce ne rammarichiamo e auspichiamo una maggiore collaborazione tra le Fed. Prov.

 

Ott 19

            Il Pres.  e il Labaro della Fed. di Rovigo dell’Isituto del Nastro Azzurro. domenica 19 Ottobre hanno partecipato alla Manifestazione Celebrativa del 64° ANNIVERSARIO dell’ Eccidio dei 43 Martiri di Villamarzana e Castelguglielmo in Prov. di ROVIGO.

            La Santa Messa  è stata celebrata sulla spianata antistante il Sacrario eretto sul luogo dove i 43 martiri il 15 Ottobre del 1944 vennero  trucidati da un manipolo di  fascisti fedeli alla Repubblica di Salò per rappresaglia.

            Molto toccante è stata la testimonianza, letta durante l’Omelia dal Celebrante, del Padre Abate SAVOY che confortò i morituri negli ultimi istanti che precedettero il Loro Sacrificio.

            Al termine della Messa alcune tra le numerosissime Autorità presenti hanno tenuto discorsi Commemorativi di grande spessore umano.

Sono state deposte Corone in Memoria al Sacrario prima e al Cimitero poi.

 

Ott 12

              Domenica 12 Ottobre il Labaro della Fed. Prov. di Rovigo dell’Istituto del Nastro Azzurro ha presenziato insieme al Pres. della Ns. Fed. alla “Festa Prov. dei GRANATIERI di Rovigo”. Una semplice ma  significativa cerimonia svoltasi alla presenza di numerose  Autorità civili e militari. Il Granatiere Padre Defendente Belotti  ha celebrato la Santa Messa nella chiesa del  Convento Frati Cappuccini di Rovigo. Nel corso della Solenne Celebrazione è stata resa Memoria al Padre Gianfranco Maria CHITI  deceduto nel Novembre 2004 al secolo Generale dei Granatieri.

 

Ott 06

            “Forget us not” meeting internazionale il Cui Evento locale, svoltosi lunedì 6 Ottobre, organizzato dalla Provincia di Rovigo Assessorato ai Diritti Umani e Pace, ha visto al Tavolo di Lavoro anche la Fed. Prov. Dell’Ist. Del Nastro Azzurro di Rovigo.

            “Forget us not”: “non dimenticateci” è un progetto della C.E.E. volto a creare una rete fra Stati Europei al fine di raccogliere, conservare e divulgare testimonianze dei fatti storici del periodo nazista per mantenere viva la memoria di avvenimenti che inficiarono la Libertà e la Democrazia.

All’Evento rodigino hanno partecipato le delegazioni di Sykies, Grecia, e di Niepolomice, Polonia.

Al mattino il meeting si è svolto nella Sala Consiliare di Palazzo Celio, sede della Provincia di Rovigo, con interventi di alcuni testimoni oculari dei fatti accaduti durante il periodo nazi-fascista i quali hanno narrato le Loro esperienze agli alunni di alcuni Istituti d’Istruzione Superiori intervenuti.

            Nel pomeriggio il meeting si è spostato prima nel Comune di Villamarzana dove furono trucidati 43 giovanissimi civili per rappresaglia e poi in quello di Lusia dove in seguito a un disastroso bombardamento per demolire il ponte sul fiume Adige, che rase al suolo la chiesa, morirono 76 civili.

            In entrambi i Comuni, dopo una breve conferenza sul Tema svoltasi nelle rispettive Sale Consigliari, alla presenza dei Sindaci, del Pres. E del Labaro dell’Istituto del Nastro Azzurro e di Autorità Civili e Militari è stata depositata dall’Assessore Provinciale Dr. Tiziana Virgili e dalle delegazioni Grecia e Polonia una Corona Alla Memoria.

            “Forget us not” si è conclusa con una Cena di Gala.

 

Ott 06

            “Forget us not” meeting internazionale il Cui Evento locale, svoltosi lunedì 6 Ottobre, organizzato dalla Provincia di Rovigo Assessorato ai Diritti Umani e Pace, ha visto al Tavolo di Lavoro anche la Fed. Prov. Dell’Ist. Del Nastro Azzurro di Rovigo.

            “Forget us not”: “non dimenticateci” è un progetto della C.E.E. volto a creare una rete fra Stati Europei al fine di raccogliere, conservare e divulgare testimonianze dei fatti storici del periodo nazista per mantenere viva la memoria di avvenimenti che inficiarono la Libertà e la Democrazia.

All’Evento rodigino hanno partecipato le delegazioni di Sykies, Grecia, e di Niepolomice, Polonia.

Al mattino il meeting si è svolto nella Sala Consiliare di Palazzo Celio, sede della Provincia di Rovigo, con interventi di alcuni testimoni oculari dei fatti accaduti durante il periodo nazi-fascista i quali hanno narrato le Loro esperienze agli alunni di alcuni Istituti d’Istruzione Superiori intervenuti.

            Nel pomeriggio il meeting si è spostato prima nel Comune di Villamarzana dove furono trucidati 43 giovanissimi civili per rappresaglia e poi in quello di Lusia dove in seguito a un disastroso bombardamento per demolire il ponte sul fiume Adige, che rase al suolo la chiesa, morirono 76 civili.

            In entrambi i Comuni, dopo una breve conferenza sul Tema svoltasi nelle rispettive Sale Consigliari, alla presenza dei Sindaci, del Pres. E del Labaro dell’Istituto del Nastro Azzurro e di Autorità Civili e Militari è stata depositata dall’Assessore Provinciale Dr. Tiziana Virgili e dalle delegazioni Grecia e Polonia una Corona Alla Memoria.

            “Forget us not” si è conclusa con una Cena di Gala.

 

Ott 04

            La Fed. Prov. di Rovigo dell’Istituto del Nastro Azzurro ha partecipato sabato 4 Ottobre alla cerimonia celebrativa del 81° Annivarsario della costituzione Specialità Carristi svoltasi presso l’area di addestramento militare “La Comina” di Pordenone a cura della 132^ Brigata Corazzata “Ariete”.

            Nel corso della cerimonia il Presidente, il Segretario e numerosi soci rodigini hanno assistito allo Schieramento dei reparti, alla resa degli Onori ai Caduti e agli Stendardi tra i quali quello della Federazione Rodigina con quello di Pordenone.

            Hanno partecipato, oltre ai Comandanti dei Battaglioni schierati anche le massime cariche dell’Esercito tra i quali il Gen. D’Arrigo Comandante della Guardia di Finanza, numerosi generali di Corpo d’Armata.

            Sono intervenuti i Sindaci di molti Comuni della Prov. di Pordenone e alcune classi d’Istituti Superiore a riprova di quanto sia forte il legame della Specialità Carrista con i giovani e con le istituzioni.

            A conclusione della cerimonia abbiamo ammirato l’elevato grado di professionale addestramento dei Militari Carristi dimostrato con la perfetta esecuzione dello schieramento tattico chiamato : “Il Muro d’Acciaio”, uno schieramento orizzontale formato da circa cento Carri “Ariete” che avanzano contemporaneamente perfettamente allineati distanti circa 50cm l’un l’altro.

            Due elicotteri Mangusta hanno accompagnato, alla Sua stessa velocità, lo spostamento del “Muro d’Acciaio” sorvolandoLo fino quasi a sfiorarlo.

            La festa si è poi conclusa lucidamente con un ricco Buffet a tutti gradito.