Feb 09

Il giorno 9 Febbraio è stata una cerimonia intensa e commovente quella che si è celebrata in Piazza Giovanni Palatucci dedicata al questore eroe. Ad organizzarla il Comitato in occasione del Giorno del Ricordo. Una piazza gremita di Autorità Civili e Militari, Associazioni Combattentistiche e d’Arma, tra cui il N. A. con il Presidente progettista dell’opera, scolaresche, hanno ricordato le vittime italiane nelle foibe e la figura di Giovanni Palatucci, ultimo questore di Fiume, Medaglia d’Oro al Valor Civile, morto a Dachau. Dai vari interventi si evince che con questa manifestazione si è voluto trasmettere valori positivi alle giovani generazioni con comportamenti e ideali da osservare per non scivolare nel qualunquistico.

Feb 08

Il giorno 8 Febbraio si è svolto 50° Anniversario dell’inaugurazione della Caserma “Arduino FORGIARINI” del 32° Reggimento Carri di Tauriano. Il 1 marzo 1964 viene ufficialmente ricostituita, in seno alla Divisione Corazzata Ariete, il 32° Reggimento Carri. In data 20 ottobre 1964 al reggimento fu assegnato anche il XXIII battaglione bersaglieri, così ha il privilegio di aver avuto nei suoi ranghi un battaglione bersaglieri. Nel giugno 1968, tutto il Reggimento si trasferisce nell’attuale sede: la Caserma “Forgiarini” di Tauriano di Spilimbergo Pordenone. La caserma di Tauriano è l’unica sede dell’Esercito intitolata ad un eroe della Marina Militare, elettricista imbarcato sul sommergibile e Decorato con M.O. al Valor Militare alla Memoria (Mar Rosso 27 giugno 1940). Fu consegnata all’amministrazione militare nel 1964 e definitivamente completata nel 1968. In questo periodo la Forza Armata affrontò il problema della costruzione di nuove infrastrutture tenendo presenti i concetti di modernità e funzionalità. Nel 1968 tutti i reparti inquadrati nel 32° carri, vennero definitivamente sistemati nella caserma “Forgiarini” che nell’occasione ricevettero la visita del Presidente della Reppublica Giuseppe SARAGAT. Il sedime della caserma posto alla confluenza dei fiumi Cellina e Meduna ottimizzava il deflusso rapido dei mezzi corazzati verso le aree d’esercitazione. Per raggiungere il teatro di esercitazioni è stato costruito una pista parallela alla strada solo per i cingolati. La caserma essendo vicina alla ferrovia di Spilimbergo, poteva usufruire dello scalo ferroviario per eventuali spostamenti. Oltre a questo ce da tener presente che all’epoca la caserma era relativamente vicina per la difesa approntata lungo la frontiera orientale che,venivano in parte riviste e bilanciate. La divisione corazzata ARIETE, unità di punta dell’Esercito ricostituita dal 1949 “Ferrea mole, Ferreo cuore” ha sede in Pordenone. Con il terremoto del 1976 la Brigata è intervenuto per dare aiuto alla popolazione terremotata, ricevendo ricompense civili e militari. Dal 1938 i comandanti del 32° Reggimento Carri furono 42 tra cui il 43° attuale comandante il Col. Paolo FANIN. Il 32° Reggimento Carri ha avuto: n°1 M.O. al Valor Militare, n°1 M.A. al Valor Militare, n°1 M.A. al Valor dell’Esercito, n°1 M.B. al Valor dell’Esercito, n°1 M.B. al merito della Croce Rossa Italiana. Alla cerimonia erano presenti molte autorità civili e miliari,che hanno fatto le loro allocuzioni e molte Ass. d’Arma, tra cui il Labaro del N.A. di Pordenone con il Pres. Aldo Ferreti, ed i colleghi Maron di Rovigo e Brichese di Treviso. Al termine della cerimonia agli ospiti è stato offerto un ricco buffè.

Feb 07

Il giorno 7 Febbraio si è svolta a Badia Polesine (RO) nell’Aula Magna del Liceo Scientifico “Primo Levi” in collaborazione con il pres. del N. Azzurro Graziano Maron di Rovigo un incontro con gli alunni delle classi quinte dal tema “gli studenti dell’Istituto incontrano le forze armate” conoscendo così più da vicino il mondo militare. Erano presenti il Magg. Marco Specchia, Bersagliere in forza a Vicenza e due sign.ne Sottufficiali, Vanessa Vassali e Antonella Miriam in forza a Padova, impegnati in una mattinata di presentazione della loro importante professione. Prima di entrare nello specifico dei compiti,è stata fatta la fondamentale distinzione tra forze armate e forze di polizia. Successivamente si è passati ai punti cruciali della spiegazione con le diverse opportunità lavorative nelle forze armate punto importante per i maturandi. Volontario di ferma, sottoufficiale e ufficiale sono le tre possibilità tra cui scegliere per dare il via alla propria carriera nelle forze armate. Si è poi proseguito con alcuni cenni storici e spiegando il modo di vivere e di pensare che è la base della componente militare. Attualmente sono in centomila nell’Esercito. L’occasione è servita per ricordare gli impegni dell’Esercito nella difesa del territorio, nella salvaguardia delle libere istituzioni e nel concorso in caso di calamità. Con l’aiuto della presentazione multimediale e video, l’incontro a messo in luce anche gli interventi delle forze armate in ambito internazionale, in cui le operazioni umanitarie e di soccorso, la prevenzione di conflitti e le operazioni di supporto alla pace. Nel corso dell’incontro non sono mancate testimonianze dirette di come sia effettivamente la vita militare, molto utile per chi tra gli alunni sceglierà di dedicare la propria vita a questo nobile scopo.

Feb 03

Il Circolo Unificato di Presidio di Padova ha ospitato sabato 3 Febbraio una riunione delle Federazioni del Triveneto organizzato dal Cons. Naz. Graziano Maron. Erano presenti il Presidente Nazionale, il Segretario Generale ed i Presidenti delle Federazioni di Rovigo, Padova, Venezia, Treviso, Pordenone, Ferrara e della Sezione di Schio. Nella riunione sono stati trattati i programmi della Giornata Nazionale del Decorato, del 5° Incontro con la Croce Nera d’Austria ed argomenti vari inerenti le problematiche locali.