Mag 26

Sabato 26 Maggio si è svolta a Rovigo la festa della Polizia, che arrivava, in corrispondenza del 160° Anniversario della Fondazione del Corpo. La cerimonia è iniziata con momento “privato” riservato al personale in divisa che si è stretto attorno ai propri caduti in servizio, depositando anche una corona sul monumento a loro dedicato dentro la questura. Successivamente nella piazza principale della città dove al schieramento del reparto e ai labari erano presenti i mezzi in dotazione alla Polizia di Stato, il Questore Rosario Eugenio Russo ha tenuto il proprio discorso sottolineando che nella Nostra Provincia non è presente nessun tipo di mafia, inoltre ha voluto toccare anche temi di grande attualità come il terremoto avvenuto di recente nell’Alto Polesine e nel vicino Ferrarese, e la conclusione dei lavori della nuova questura che avverrà tra 2 anni. E’ anche arrivato il riconoscimento per i poliziotti che si sono distinti nel servizio. Alla cerimonia erano presenti tutte le autorità politiche e militari della provincia. Si è voluto inoltre rendere partecipi anche i bambini, facendogli usare apparecchiature digitali, e facendogli scalare la parete rocciosa artificiale messa a disposizione dai rocciatori della Polizia di Stato. Nell’occasione il Presidente del I.N.A. di Rovigo ha consegnato un crest al Questore in segno di amicizia e riconoscimento.


.