Set 27

Per la prima volta nell’ultimo ventennio si svolto a Rovigo il Raduno Alpini del Triveneto da Venerdì 25 a Domenica 27 Settembre 2009. Migliaia di Penne nere hanno piacevolmente “invaso” la Città di Rovigo con i Loro striscioni, le Loro fanfare, i Loro cori, i Loro brindisi, la Loro cameratesca giovialità. La Ns. città dal canto Suo ha tributato i meritati Onori ai Partecipanti,giunti da tutto il Triveneto. Venerdì 26 la Città di Rovigo ha cominciato a riempirsi di Penne nere. Sono state allestite bancarelle , chioschetti che hanno ulteriormente contribuito ad animare la Città. In serata lo stadio Battaglini ha visto la sfida di Rugby fra gli “Old” rodigini e padovani e a seguire l’incontro di calcio fra il Veneto Team Alpini e la Nazionale parlamentari. L’incasso della serata è stato devoluto alla costruzione di un ospedale africano. Sabato 27 la Giornata si è aperta con il saluto delle Autorità tra le Quali il Sindaco Fausto MERCHIORI e il Prefetto Aldo ADINOLFI, conferimento di Premi e Riconoscimenti e l’intitolazione della pista ciclabile San Pio X – Roverdicrè al glorioso Corpo Militare con il nome di “Passeggiata alpini d’Italia”. Nella Sala consigliare del Comune dal Presidente della Sezione Alpini di Padova , Gino RIZZI, è stato presentato il “Libro verde” o “Libro della solidarietà alpina” che racconta il percorso dell’Associazione, le Sue origini, la Sua attività di solidarietà negli ultimi otto anni. Nel pomeriggio la SS. Messa in Duomo officiata dal Vescovo di Rovigo Mons. Lucio SORAVITO, poi la sfilata e i primi brindisi come da tradizione delle Penne nere. In serata al Teatro Sociale si è tenuto un concerto delle Bande alpine al gran completo e dei cori di “montagna” Monte Pasubio e Soldanella”. Domenica 27 l'”Alpini Day”, iniziato alle 9,30con l’Alzabandiera” in Piazza Vittorio Emanuele e la deposizione della Corona d’alloro al Monumento dei Caduti al Palazzo della Gran Guardia, ha visto la partecipazione di oltre 40.000 persone che hanno assistito al corteo formato da oltre 15.000 Alpini che hanno sfilato per le vie cittadine in un corteo partito da “Casa Serena” e arrivato in Piazza della Repubblica. La giornata si è conclusa alle 18,00  con l’Ammaina Bandiera in piazza Vittorio Emanuele. Il Labaro dell’ Istituto del Nastro Azzurro Federazione Provinciale di Rovigo con il Suo Alfiere e il Suo Presidente Geom. Graziano MARON hanno presenziato ai Momenti più salienti delle tre Giornate di Raduno, tributando, con la Loro Presenza, Onori agli Alpini.