Apr 28

Domenica 28 Aprile  si è celebrata a Lusia – Ro. il 74° Anniversario del Bombardamento aereo di Lusia paese e ponte sull’Adige. Nel fare memoria di quanto accaduto allora, sia volontà di ognuno, non dimenticare, sia l’occasione per le giovani generazioni di comprendere l’orrore della guerra e l’impegno per la diffusione della pace, della democrazia e della libertà. A memoria di quel triste e tragico evento, il paese unito ricorda quelle vittime e quelle macerie senza un perché. Questo è quanto hanno detto le autorità nei vari interventi.

Dic 02

Domenica 02 Dicembre si è svolta a Lusia – Rovigo – la cerimonia dell’anniversario dei ponti sull’Adige che collegano le due province di Padova e Rovigo, ma soprattutto i due paesi rivieraschi avendo la stessa economia agricola con destinazione ortaggi. Fino al 1914 c’era un traghetto che li collegava, successivamente un ponte in legno fatto per usi anche militari. Il 20 Aprile del 1945 venne bombardato e quindi  distrutto, così il paese storico di Lusia con 74 morti, non avendo all’epoca le bombe intelligenti. Nel 1952 costruirono un ponte Baily ad una carreggiata. Nel 1988, dopo un anno di lavoro, tempo record, fu inaugurato l’attuale ponte fatto in calcestruzzo. Il ponte fu  seguito dall’attuale Pres. di Fed. di Rovigo Geom. Graziano MARON. La cerimonia oltre a ricordare l’accaduto ha inaugurato una mostra sulla storia dei ponti, sul bombardamento del ponte-paese, sulla coltivazione della terra a ortaggi, ma soprattutto una mostra di cimeli della Grande Guerra a chiusura del centenario della Vittoria. Alla cerimonia oltre ai Labari delle associazioni d’Arma c’erano i figuranti vestiti da militari d’epoca e le rappresentanze delle istituzioni provinciali di Rovigo e Padova, rappresentati della Regione Veneto, della Prefettura, Questura, dell’Esercito, dell’Aeronautica e Carabinieri oltre a numerosi ex Sindaci che all’epoca si sono impegnati per la sistemazione del sito e tanti sindaci dei paesi limitrofi che usufruiscono del ponte. L’evento è stato ripreso e trasmesso anche da un’emittente regionale.

Ago 30

Sabato 30 Agosto in Comune di Lusia (RO) si è svolto il 6° Vespa Raduno, organizzato dalla Pro-Loco con il patrocinio del Comune di Lusia, AVIS, Blu Soccorso e sopprattutto anche dal Nastro Azzurro di Rovigo che per la prima volta entra nel mondo dello sport. Ovviamente anche il Presidente della Federazione di Rovigo ha partecipato alla manifestazione con la propria moto.

Apr 18

LUSIA (RO) – Il 18.04.2010 il presidente dell’Istituto del Nastro Azzurro – Federazione Provinciale di Rovigo Graziano MARON con il suo Alfiere e tutte le Autorità Militari e Civili, tra cui il Presidente della Provincia di Rovigo, il Vice Prefetto, i Sindaci dei paesi limitrofi, hanno partecipato a Lusia (RO) alla commemorazione del 65° Anniversario del bombardamento che distrusse il paese causando 74 vittime. Nell’occasione nella Sala Consigliere del Comune è stata inaugurata la mostra “Incontro dei cimeli di guerra” con le storie in ricordo e testimonianza.

Apr 19

Domenica 19 Aprile in Lusia (RO) la comunità di Lusia ha ricordato, con un intensa commozione dei presenti, il bombardamento del 20 Aprile 1945 che causò la morte di settantaquattro persone. La cerimonia si è svolta all’interno della chiesa del paese e la “chiamata” dei loro nomi, scanditi da uno squillo di tromba, ha rinnovato durante la cerimonia la profonda commozione e la forte volontà della comunità di non dimenticare.

Alla cerimonia civile e alla messa hanno presenziato il Prefetto, il Questore, numerosi rappresentanti delle forze dell’ordine assieme al Presidente, al Labaro, alcuni soci dell’Istituto del Nastro Azzurro Federazione Provinciale di Rovigo oltre che alle Associazioni d’Arma.

Ott 06

            “Forget us not” meeting internazionale il Cui Evento locale, svoltosi lunedì 6 Ottobre, organizzato dalla Provincia di Rovigo Assessorato ai Diritti Umani e Pace, ha visto al Tavolo di Lavoro anche la Fed. Prov. Dell’Ist. Del Nastro Azzurro di Rovigo.

            “Forget us not”: “non dimenticateci” è un progetto della C.E.E. volto a creare una rete fra Stati Europei al fine di raccogliere, conservare e divulgare testimonianze dei fatti storici del periodo nazista per mantenere viva la memoria di avvenimenti che inficiarono la Libertà e la Democrazia.

All’Evento rodigino hanno partecipato le delegazioni di Sykies, Grecia, e di Niepolomice, Polonia.

Al mattino il meeting si è svolto nella Sala Consiliare di Palazzo Celio, sede della Provincia di Rovigo, con interventi di alcuni testimoni oculari dei fatti accaduti durante il periodo nazi-fascista i quali hanno narrato le Loro esperienze agli alunni di alcuni Istituti d’Istruzione Superiori intervenuti.

            Nel pomeriggio il meeting si è spostato prima nel Comune di Villamarzana dove furono trucidati 43 giovanissimi civili per rappresaglia e poi in quello di Lusia dove in seguito a un disastroso bombardamento per demolire il ponte sul fiume Adige, che rase al suolo la chiesa, morirono 76 civili.

            In entrambi i Comuni, dopo una breve conferenza sul Tema svoltasi nelle rispettive Sale Consigliari, alla presenza dei Sindaci, del Pres. E del Labaro dell’Istituto del Nastro Azzurro e di Autorità Civili e Militari è stata depositata dall’Assessore Provinciale Dr. Tiziana Virgili e dalle delegazioni Grecia e Polonia una Corona Alla Memoria.

            “Forget us not” si è conclusa con una Cena di Gala.