Apr 18

Domenica 18 Aprile si è celebrato a Lusia “RO” il 76° Anniversario del bombardamento del ponte sul fiume Adige con la distruzione del paese, essendo questo a ridosso dell’argine e al ponte compreso il Municipio e la Chiesa, durante la Seconda Guerra Mondiale. Questo bombardamento ha provocato 74 morti tra bambini, donne e uomini. E’ stata una Cerimonia commovente nonostante gli anni trascorsi. Il ponte è stato ricostruito nel 1988 sotto la direzione del Geom. Graziano MARON.

La cerimonia è avvenuta alla presenza della Cittadinanza, delle Autorità Civili e Militari oltre alla rappresentanza di Associazioni d’Arma e reduci di guerra locali e non. Una Corona d’alloro è stata depositata sui resti dell’antico campanile in onore delle vittime, che ora è Parco delle Rimembranze.

Un messaggio toccante espresso dal Sindaco di Lusia Prando Luca durante la sua allocuzione, evidenziando che oggi in un periodo di ristrettezza e vincoli ci sembra che manchi la nostra libertà costringendoci a molti sacrifici, però questo non può essere paragonato a quello che hanno fatto e subito i nostri cittadini e connazionali durante la guerra per darci la libertà che oggi abbiamo.

Questa tragedia cambiò per sempre la storia di Lusia paese che ancora oggi vive a ridosso dell’argine e del ponte.