Feb 18

Giovedì 18 Febbraio il Cav. Graziano MARON Presidente della Federazione del Nastro Azzurro di Rovigo, ha organizzato nonostante il periodo avverso, una videoconferenza e parte in presenza di oltre un’ora per un orientamento post-Diploma degli studenti con Esercito Italiano, rappresentato dal Magg. Giuseppe MERULLA e dal Caporal Magg. Romina MARENDA del Comando Forze Operative Nord di Padova, presso la Scuola Secondaria di II° I.T.I.S. di Rovigo, collegata anche con l’Istituto Tecnico Agrario e l’Istituto Tecnico Geometri, retta dalla Dirigente Isabella SGARBI e con la Prof.ssa Giuliana SIMEONE responsabile dell’orientamento. L’evento ha visto la partecipazione complessiva di circa 100 alunni delle varie classi quinte, per dare Loro una panoramica illustrativa sui percorsi da intraprendere dopo il Diploma verso le attività che caratterizzano la vita militare.

I temi trattati sono stati: arruolamento militare, missione di pace, vita militare, vita sportiva militare e sbocchi per il futuro nel mondo dell’arruolamento o civile.

Ha preso la parola il Magg. Giuseppe MERULLA, che ha illustrato ai partecipanti il significato di servire la Patria e la vita militare nel suo complesso. Ha seguito il Caporal Magg. Romina MARENDA, che ha parlato della carriera sportiva che si può intraprendere all’interno delle forze armate, essendo lei stata un’atleta professionista della BOX dell’Esercito con un curriculum di sette medaglie, 3 ori e 4 argento nelle edizioni degli assoluti e con varie partecipazioni ai campionati del mondo élite e agli europei.

La videoconferenza ha avuto un gran successo considerati i molteplici interventi e domande dei ragazzi scoprendo dagli interessati un mondo sconosciuto.

Al termine c’è stato uno scambio di doni a ricordo dell’incontro.

Successivamente gli Ufficiali hanno fatto visita ai monumenti in Rovigo dedicati ai Carristi, ai Lagunari A.L.T.A. progettati dal Presidente del Nastro Azzurro di Rovigo.

Hanno pure fatto visita alla sede del Nastro Azzurro di Rovigo, congratulandosi per l’impegno che il Presidente dedica, pur essendo ancora nel mondo del lavoro.

Feb 10

Mercoledì 10 Febbraio alla presenza del Prefetto di Rovigo Dott.ssa Maddalena De LUCA, del Questore di Rovigo Dir. Sup. Dott. Raffaele CAVALLO, del Vicario Dott. Domenico Nicola CHIERICO e alla presenza delle Associazioni d’Arma e del Nastro Azzurro, si è celebrato il Giorno del Ricordo. La Cerimonia si è svolta prima nella piazza intitolata a Giovanni Palatucci dove sorge un monumento a Lui dedicato e successivamente nel piazzale della Questura dove è stato piantumato un albero con una targa a ricordo dell’ultimo Questore di Fiume, in quanto medaglia d’Oro al Valor Civile per le gesta compiute.

Il Dott. Giovanni PALATUCCI ha salvato oltre 5000 persone durante la II° Guerra Mondiale, e per questo lo Stato di Israele gli ha conferito il titolo di “Giusto tra le Nazioni” e presso il Museo Memoriale dell’Olocausto – Yad Vashem è stato piantumato un bosco di 5000 alberi a Lui intitolato. Purtroppo non salvò la sua vita e nel 1944 il 10 Febbraio morì in Germania a Dachau a soli 36 anni.

Feb 08

Lunedì 8 febbraio una delegazione della Federazione di Rovigo del Nastro Azzurro, guidata dal Presidente Cav. Graziano MARON e formata dal Dott. Leonardo MALATESTA,  dal Magg. Umberto CAVATON e dal Col. Napoleone PUGLISI Presidente Associazione Carristi del Veneto Occidentale di Verona e del Nastro Verde, si è recata presso la Caserma Forgiarini, sede del 32° Reggimento Carri a Tauriano di Spilimbergo. L’occasione è stata la consegna dell’attestato di nomina dell’unità a Socio d’Onore all’Istituto del Nastro Azzurro. Il prestigioso riconoscimento è stato concesso al 32° Reggimento in quanto decorato di Medaglia d’Oro al Valor Militare, per i fatti che videro impegnati il reggimento in Africa Settentrionale durante la 2ª Guerra Mondiale e per il significativo ruolo avuto nell’assolvimento dei propri compiti istituzionali. L’unità carri, più volte impiegata in territorio nazionale nell’Operazione “Strade Sicure” e attualmente inserita tra le forze a elevata prontezza per la NATO Readiness Initiative, in questi giorni, insieme ad altri assetti della Brigata “Ariete”, si sta preparando per partecipare a importanti esercitazioni internazionali organizzate nell’ambito del quadro operativo d’impiego dell’Alleanza Atlantica. Proprio l’8 febbraio, viene festeggiata la storia del reggimento a ricordo dei combattimenti del 1941 sul fronte africano, nella battaglia di Beda Fomm. La delegazione è stata accolta nell’ufficio del Comandante di Reggimento, Colonnello Gian Luigi RADESCO, per la consegna dell’ attestato di nomina dell’unità a Socio d’Onore con le rituali foto e l’omaggio alla Bandiera di Guerra del 32°Reggimento Carri.

Nell’occasione e avvenuto il rituale scambio di doni fra il reparto e la Federazione del Nastro Azzurro. Il Comandante di reggimento ha espresso parole di ringraziamento verso l’iniziativa voluta dalla Federazione di Rovigo che onora il reparto della benemerenza. La delegazione si è spostata successivamente, al termine della cerimonia, nella sala del Circolo Ufficiali della caserma, dove il Colonnello nel suo discorso agli uomini del suo reparto, ha elogiato l’iniziativa della Federazione di Rovigo. L’incontro è terminato con un momento conviviale.

STORIA: 08 FEBBRAIO 1941 – 2021

Tauriano di Spilimbergo (Pordenone). Il 32° Reggimento Carri, nella ricorrenza dell’80° anniversario della battaglia di Beda Fomm, combattuta in Africa Settentrionale l’8 febbraio 1941, ha ricordato oggi con la deposizione di una corona d’alloro presso il monumento della Caserma “Forgiarini” di Tauriano (Pordenone), i Carristi caduti durante i fatti d’arme nella II Guerra Mondiale. Nella battaglia di Beda Fomm, durata 4 giorni di intensi e sanguinosi scontri, il III e V Battaglione Carri italiani, combattendo contro le più ingenti forze inglesi della IV Brigata e dell’11° Ussari, consentirono il ripiegamento delle fanterie e delle artiglierie che procedevano lungo la Via Balbia e la costa verso Sud, in modo da sfuggire all’aggiramento da parte del XIII Corpo d’Armata britannico.

I carri italiani furono distrutti o immobilizzati. L’avanzata inglese fu però fermata.

Si riportano di seguito alcuni siti dove sono stati pubblicati gli articoli dell’evento:

www.ilfriuli.it: A Tauriano l’anniversario della battaglia di Beda Fomm – Il 32esimo Reggimento Carri, socio d’onore del nastro azzurro, ha ricordato i caduti dello scontro del febbraio 1941.

www.reportdifesa.it: Esercito: celebrato al 32° Reggimento Carri l’80° anniversario della battaglia di Beda Fomm (8 febbraio 1941).